Crea un Bundle WordPress con WpRoller

WpRoller – Crea un bundle di WordPress!

Scarica, Installa, Configura. Scarica, Installa, Configura. Quante volte lo avrai mai fatto?!? Ti andrebbe di scoprire un metodo per velocizzare incredibilmente questi processi? Continua a leggere e non te ne pentirai.

Ogni volta che inizi un nuovo progetto la storia si ripete. Apri il browser e scarichi l’ultima versione di WordPress e dei plugin che sai che ti serviranno all’interno del sito. Installi WordPress, configuri la nuova installazione e poi ti metti a lavoro…

Be non proprio. Il passo successivo è installare i plugin che ti servirano per personalizzare la piattaforma, configurarlo ciascuno (talvolta spendendo minuti preziosi caricando fake content) e poi, riesci a metterti a lavoro. No, aspetta, ti sei dimenticato il tema…

Da oggi si cambia!

Quello che ti mostreremo oggi è un ottimo servizio gratuito che ti permetterà di configurare l’installazione di WordPress e i plugin e tema di cui hai bisogno prima ancora della sua installazione, in poche parole stai per scoprire come preparare un bundle WordPress.

Cosa sono i Bundle?

Bundle è un termine inglese che significa pacco. Ma più che pacco di per sé, immaginalo come uno di quei pacchi che si ottengono alle lotterie natalizie, al suo interno ci trovi praticamente di tutto!

Nel caso di WordPress, questo bundle rappresenta la possibilità di racchiudere all’interno di un singolo pacco, di un singolo archivio, non soltanto l’ultima versione di questa piattaforma ma anche tutti i plugin di cui abbiamo bisogno.

WPRoller

Cos’è WPRoller? Si tratta di un web tool che permette di generare un pacchetto di WordPress con plugin/temi preistallati e qualche opzione sull’installazione.

La prima sezione ci chiede di scegliere la lingua di WordPress, se vogliamo l’ultima versione stabile oppure quella in sviluppo (consiglio la prima).

Parte Iniziale di WPRoller

I vari plugin disponibili nell’interfaccia (divisi per categoria) sono veramente tanti e grazie a questo servizio ne ho scoperti alcuni che non conoscevo e che si sono rivelati davvero interessanti. Nel caso non ti bastassero i, già numerosi, plugin offerti è possibile aggiungerne altri inserendo il link diretto al repository di WordPress o a Github e verranno inseriti nel pacchetto.

Verso la fine della pagina ci sono delle opzioni sull’installazione come la rimozione di Hello Dolly o del contenuto di esempio.

Il mio WorkFlow

Conoscendo le peculiarità del sito, cerco se tra i molto plugin presenti c’è già quello che mi serve e li aggiungo; ignoro la sezione dedicata ai temi perchè ne ho già uno da sviluppare e, infine, tolgo il contenuto demo tramite le opzioni presenti a fondo pagina.

Se ti interessa scoprire i plugin che scelgo di solito scelgo sono: WordPress Seo, AddThis, Better Wp Security e Total W3 Cache. Gli altri li valuto a seconda del sito che devo realizzare come User Role Editor o Google Analytics for Dashboard.

Registrati al sito

Il sito permette anche di registrarsi al suo interno. Una delle funzionalità che ti saranno messe a disposizione dopo la registrazione,  sarà la possibilità di salvare i tuoi bundle personali. Se sai che per ogni sito che crei, andrai ad installare i classici 5 plugin, prepara un tuo bundle e salva un po’ di tempo 😉

Roll it up!

Non hai ancora premuto sul pulsantone verde? Crea il tuo bundle! Non c’è assolutamente niente da perdere, semplicemente un altro utile consiglio dagli amici di wpAndMore che ti permetterà di salvare un po’ di tempo e velocizzare il tuo lavoro.

Consigli

Dopo l’installazione ti consiglio di rimuovere il file install.php che troverai dentro wp-content/ perchè è proprio grazie a questo file che WPRoller riesce ad installare i plugin e aggiungere le altre funzionalità che avrai selezionato. Dopo l’installazione è inutile conservarlo.

Pecche

Effettivamente questo servizio ha una sola pecca che non posso fare a meno di farti notare. Spesso, i plugin non sono aggiornati quindi, include delle versioni vecchie. Ovviamente la soluzione è semplice, tutto quello che dovrai fare è aggiornare WordPress dopo la prima installazione e la paura è passata 😉

Lascia il tuo Pensiero