MultiSite, che Cosa è e Come Sfruttarla al Meglio

Quest'oggi ho deciso di presentarti la modalità MultiSite attivabile all'interno del tuo WordPress, ma ho deciso di farlo in modo diverso. C'è un video e un articolo che puoi consultare, il primo è stato realizzato con l'aiuto della community WordPress Italy+ mentre il secondo è tutta farina del mio sacco ;)

Contenuti Extra

Come ben sai, WordPress è cresciuto molto negli anni e da semplice piattaforma di blogging è diventato un CMS di tutto rispetto arrivando ad ospitare anche un numero arbitrario di siti al suo interno. La funzionalità Multisite, nata come plugin per essere successivamente implementata sin dalla major version 3, ha sempre interessato un gran numero di persone ed ha permesso di semplificare la gestione di un gran numero di siti WordPress.

Mettendo da parte i cenni storici, anche per il semplice fatto che queste caratteristiche continuano a far parte del nostro presente, avere la possibilità di ospitare un gran numero di siti utilizzando una singola installazione WordPress sembra una cosa davvero interessante ma, al tempo stesso, devi sapere che presenta alcuni limiti.

Prima di seguire i passi che troverai in questo articolo (o nel video collegato) ed attivare il MultiSite presente nella tua installazione WordPress (si, non dovrai neanche scaricare un plugin) ci sono alcune considerazioni che vorrei fare e spero di sviluppare una coinvolgente discussione con te all’interno dei commenti.

Perché Attivare la Modalità MultiSite?

Ecco il primo punto che all’interno del video non abbiamo toccato ma che, in mia opinione, può essere di aiuto per comprendere al meglio i casi di utilizzo e come sfruttare a proprio vantaggio i limiti di questa installazione.

Come per ogni progetto che si rispetti, anche prima di attivare la modalità MultiSite, è necessario capire perché e come sfruttare le funzionalità che avremo a disposizione.

La prima cosa che devi capire è che utilizzare la stessa installazione WordPress per gestire domini diversi è veramente doloroso! Come puoi vedere dall’immagine che ho rubato dalla presentazione creata da Massimo, nativamente WorpPress non permette di utilizzare domini diversi, ma piuttosto ti permetterà di creare i siti figli del network attraverso l’uso di sottocartelle o sottodomini:

Seleziona se attivare le SottoCartelle o SottoDomini

Ovviamente ci sono certi casi in cui utilizzare delle sottocartelle o dei sottodomini è proprio quello che vogliamo realizzare; un esempio sarebbe quello per me di riuscire a mettere le mani su dominio andmore.info e costruire su questo il network che da anni voglio realizzare, ma sicuramente non è la soluzione ideale per tutti.

PS: Se sei il proprietario di andmore.info sei pregato di metterti in contatto con il sottoscritto, dobbiamo fare 4 chiacchiere io e te 😉

Ad essere sincero, esiste un plugin che ti permette di utilizzare domini diversi all’interno della stessa installazione WordPress ma attivare questa funzionalità richiede molte conoscenze e, come vedremo in un altro articolo, esistono anche altre soluzioni per gestire un numero arbitrario di installazioni WordPress.

Quello sul quale voglio soffermare la tua attenzione sono i principali vantaggi e limiti di una installazione MultiSite.

Vantaggi

  • puoi gestire tutti i siti WordPress che desideri da un unico pannello di controllo;
  • utilizzare un unico dominio e quindi evitare di comprarne uno per ciascuno sito che creerai;
  • non avrai bisogno di aggiornare i plugin e le piattaforme WordPress presenti su ogni singolo sito, ti basterà aggiornare una singola volta il tuo WordPress per aggiornarne tutto il network;
  • completa gestione di temi e plugin con la possibilità di attivarli come default.

Svantaggi

  • il piano di hosting dovrà crescere e potenziarsi man mano che il tuo network crescerà;
  • una volta passati alla versione MultiSite non è possibile tornare indietro;
  • alcuni plugin non funzionano bene con questo tipo di installazioni.

A livello numerico, sembra che i vantaggi superino gli svantaggi, ma c’è una domanda fondamentale alla quale dovrai rispondere prima di attivare il tutto: “Ho veramente bisogno di un Network?

Questa è una domanda fondamentale perché, se sei un freelancer che non ha paura di applicare qualche modifica al server per installare diversi domini all’interno di una singola installazione, devi comunque tenere a mente che alcuni plugin non funzionano correttamente su queste installazioni, plugin che magari necessitano i tuoi clienti.

Se invece vuoi creare il tuo network ma hai poche persone che possono inserire del contenuto e mantenere i singoli blog aggiornati, ricordati che le categorie ed i tag di WordPress possono andare molto nel dettaglio nel catalogare i tuoi articoli 😉

Come Installare una Versione MultiSite

Adesso che sento che ti ho preparato per bene per la versione MultiSite andiamo a vedere insieme come si installa, cosa che sorprendentemente risulta veramente semplice!

Ricordati che quello che stai facendo non potrà essere annullato quindi, se non stai utilizzando una installazione di test, ti consiglio di fare un bel backup prima di proseguire 😉

Questa singola riga di codice è quella che ti permetterà di iniziare il processo di attivazione del tuo MultiSite, tutto quello che devi fare è aprire il file wp-config.php (che ormai dovresti conoscere molto bene 😉 ) ed aggiungere questo codice immediatamente prima del commento che ci augura un buon blogging.

Fatto questo facciamo un salto nel pannello di amministrazione WordPress e cerchiamo all’interno della voce Strumenti il comando Configura Rete o, come nella mia immagine, Network Setup.

Configurazione Rete in una Installazione WordPress MultiSite

Selezionando questa voce ci verrà mostrata una nuova schermata che ti permetterà di selezionare il tipo di network che vuoi creare, se utilizzerà le sottocartelle o i sottodomini (ricordati di disattivare tutti i tuoi plugin prima di procedere). Salvate queste impostazioni puoi seguire le semplici istruzioni che ti verrando fornite; riassumendo, dovrai andare ad inserire il codice che ti verrà fornito all’interno dei file wp-config.php e il file .htaccess che ti permetterà di attivare immediatamente le nuove funzionalità.

Se hai bisogno di qualche istruzione passo passo più dettagliata ti consiglio di vedere il video dove Eugenio ha fatto un ottimo lavoro nel mostrare passo passo come installare la versione MultiSite, se continui a leggere troverai qualche altro consiglio di utilizzo ma, volendo, sei già pronto ad usare il tuo nuovo network.

Altre Considerazioni sul MultiSite

Come ti ho detto poco fa, potresti anche andare a sperimentare subito con le funzionalità network, io continuo a scrivere perché ritengo che fornirti qualche informazione aggiuntiva sul funzionamento e le caretteristiche del MultiSite ti permetterà di:

  • avere un numero maggiore di informazioni per decidere in tutta sicurezza se un’installazione MultiSite è qualcosa che fa per te;
  • utilizzare meglio il tuo neocreato network e sfruttarlo sotto ogni aspetto.

La prima cosa che sento il dovere di dirti è che una volta attivato il network quello che era l’amministratore del tuo singolo blog è diventato un Super Admin con poteri speciali.

Ecco i Poteri di un SuperAdmin

Sfrutto ancora una volta la grafica della presentazione del nostro hangout perché spiega veramente bene il concetto. Come puoi notare tu stesso, il Super Admin ha poteri illimitati su tutti i siti interni e anche su alcune configurazioni del network stesso. Gli altri Admin saranno amministratori dei siti a cui sono stati affidati e avranno poteri limitati sulla gestione di temi e plugin.

Per capire meglio questa caratteristica, un Super Admin è l’unico utente che è in grado di aggiungere/rimuovere temi e plugin che potranno essere messi a disposizione nel network. Questo rende gli amministratori interni, quelli collegati ai singoli siti, meno potenti rispetto a quelli di una installazione WordPress normale e potrebbe disorientare nei primi passi.

Oltre a questo, a meno che tu non modifichi le impostazioni di default, il Super Admin è anche l’unico a poter creare un nuovo sito, questo vuol dire che di default WordPress MultiSite non fornisce una soluzione frontend che permette a chiunque di creare il proprio sito all’interno del tuo network, se desideri farlo ci sono semplici impostazioni che puoi modificare.

Creazione di un Sito nel Network da parte del SuperAdmin

Come puoi ben capire, il Super Admin è un account che ha veramente molti poteri e che può decidere le sorti di ogni singolo blog e del network stesso, quindi, anche se ovvio, stai molto attento a chi possiede la password di questo account 😉

Cosa Posso Fare con un Network

Personalmente non credo che avrai bisogno di altre informazioni per utilizzare un network WordPress perché, se hai già utilizzato questa piattaforma, la gran parte delle azioni che puoi fare sono le stesse alle quali ti sei abituato gestendo l’installazione singola.

Prima di concludere vorrei affrontare qualche argomento che non è relativo a WordPress nello stretto ma piuttosto nell’utilizzo di un network di siti in generale. Se il tuo interesse era quello di scoprire come installare e usare il MultiSite, sei libero e puoi lasciare queste pagine, ma se ti interessa leggere qualche riflessione su questo argomenti ti consiglio di continuare a leggere.

Precedentemente ho aperto la domanda Perché attivare la modalità MultiSite? parlandoti dei limiti e delle impostazioni di default di questa funzione ma adesso vorrei affrontarla più dal punto di vista del progetto stesso: Perché creare un Network di Siti?

Nel web si trovano ottimi esempi di network che hanno riscosso molto successo, come ad esempio il network di Tuts+ o quello realizzato da Giorgio Taverniti ma, allo stesso tempo, la gestione e la produzione di materiale per un intero network è un lavoro costante ed impegnativo.

Come ti ho confessato precedentemente, anche a me piacerebbe molto aprire un network di siti dove si condivide le proprie esperienze in diversi campi realizzando guide e video utili a quelli che vogliono imparare. Perché non l’ho ancora fatto? Perché al momento non siamo in molti e aprire un network sarebbe semplicemente controproducente.

Questo mi ricorda che sono alla costante ricerca di persone che vogliono collaborare al progetto e quindi ti invito a consultare la pagina Scrivi per AndMore dove potrai avere maggiori informazioni.

Il consiglio che posso darti si riassume nel condividere la mia stessa esperienza e ricordarti che, se non hai una decina di scrittori affidabili pronti a scrivere sui siti del tuo network, è meglio iniziare da qualcosa di piccolo e farsi conoscere con questo per muoversi passo passo nella realizzazione del progetto originale. In questo modo sarai in grado di apprendere muovendo un passo alla volta senza rischiare di scottarti cercando di gestire troppe nuove cose tutte assieme.

Conclusioni

Siamo giunti al momento di ricapitolare un po’ gli argomenti affrontati e di salutarci. L’intento di questo mio articolo non è stato tanto quello di spiegarti nel dettaglio l’installazione e la configurazione di un MultiSite, per questo c’è già l’ottimo video che abbiamo realizzato (se poi non lo ritieni tale fammelo sapere, è sempre uno stimolo al migliorarsi).

Con l’articolo di oggi volevo presetarti questa funzionalità e farti riflettere sulle sue effettive potenzialità e quali tipi di business potrebbero essere avviati al suo interno. Ad esempio, dato che si parla di business, lo stesso WordPress.com non è altro che una installazione WordPress MultiSite che permette di attivare pacchetti premium a pagamento. Ovviamente non ti sto dicendo di realizzare un sito clone e di proporre lo stesso servizio, in fin dei conti hai soltanto 35 milioni di utenti da conquistare ;), ma potresti proporre sempre qualcosa di simile e altamente personalizzato.

Esistono veramente infinite soluzioni che permettono di sfruttare le potenzialità di un multisite e altrettante infinite che non necessitano un multisite, la scelta è tua ma io spero di averti fornito le informazioni necessarie per prendere la scelta corretta per le tue necessità.

Per il momento ti saluto ma ti ricordo che sono molto interessato a scoprire per cosa vorresti utilizzare, o stai già utilizzando, la versione multisite quindi se hai voglia di condividere le tue esperienze puoi andare ad utilizzare la sezione commenti che trovi più in basso.

Lascia il tuo Pensiero

30 Responses to “MultiSite, che Cosa è e Come Sfruttarla al Meglio”

  1. abarbieri

    Davvero interessante! Sto pensando di aggiungere delle sottocartelle al mio sito web, in quanto vorrei creare due blog destinati a due audience diverse, ma sinceramente ho un po’ paura, visto che non si può tornare indietro. Una cosa non mi è chiara: ho visto in giro tutorial per la creazione di sottodomini dal pannello di controllo.Qual è la differenza? Saluti

    Rispondi
    • Andrea Barghigiani

      Ciao Antonella,

      per quanto riguarda la configurazione con i sottodomini c’è da aggiungere a quanto detto che la configurazione di questi elementi va fatta anche all’interno del proprio hosting perché WordPress non è in grado di gestire anche il tuo server web.

      Questa sarà l’unica operazione che dovrai fare all’interno dell’hosting stesso e una volta configurato WordPress per essere multisite potrai tranquillamente gestire il nuovo blog direttamente dal tuo pannello di amministrazione.

      Detto questo io valuterei se non conviene acquistare un vero e proprio dominio a parte per la creazione di un blog destinato a due audience differenti, perché talvolta risulta difficile riuscire a separarle completamente anche se questa è una considerazione rivolta principalmente alla comunicazione del sito stesso piuttosto che alla sua configurazione tecnica.

      Spero di aver chiarito i tuoi dubbi ma se così non fosse ti invito a continuare la discussione, a presto;
      Andrea

      Rispondi
      • Luca

        Grazi per la guida, io ho installato tutto e il sito è partito, mi permette di creare i sottodomini aggiuntivi ma poi quando chiedo di accedervi, mi propone la pagina “non trovato” del mio servizio hosting (uso netsons.it)
        Cosa bisogna configurare all’interno del servizio hosting?
        Non basta la modifica all’htaccess?

        Rispondi
  2. Luca

    Ciao Andrea,
    veramente un ottima guida per spiegare l’utilizzo del multisite con WordPress.
    Volevo chiederti qual è il plugins per gestire domini diversi all’interno della stessa installazione.

    Grazie in anticipo

    Rispondi
    • Andrea Barghigiani

      Ciao Luca,

      mi fa piacere che tu abbia trovato questo articolo utile ai tuoi scopi e grazie mille per i complimenti. Onestamente non ho mai fatto un’operazione del genere, anche se nell’arco di quest’anno vogliamo raggruppare tutto il network AndMore all’interno di un’unica installazione MultiSite. Cmq sia ho trovato questo interessante articolo di WPEngine che spero possa essere di tuo interesse.

      Il plugin che cerchi si chiama MU Domain Mappind ma ti consiglio comunque di leggere attentamente l’articolo e le risorse collegate perché ci sono alcune configurazioni “lato server” che conviene tenede d’occhio 😉

      Spero che tu possa trovare altre informazioni interessanti all’interno di questo sito e se hai qualche richiesta non esitare a farla rispondendo a questo commento.

      A presto,
      Andrea

      Rispondi
      • Luca

        Ciao Andrea,

        grazie per la risposta che mi hai fornito, l’unica cosa che mi lascia perplesso del plugins che mi hai segnalato è l’ultimo aggiornamento che risale ad un anno fa e non è garantita la compatibilità con la versione 4.4+.

        Navigando ho trovato questo plugins https://wordpress.org/plugins/wp-multi-network/ che è più aggiornato e dai commenti vedo che è compatibile con la versione 4.4+.

        Luca

        P.s. è possibile attivare le notifiche via mail dei commenti?

        Rispondi
        • Andrea Barghigiani

          Ciao Luca,

          purtroppo non conosco da vicino il plugin che mi hai indicato, però mi hai incuriosito e probabilmente farò qualche test più avanti.

          Per la notifica dei commenti al momento non è possibile attivarla perché siamo in procinto di rilasciare una nuova grafica, comunque è un ottimo suggerimento che verrà implementato quanto prima!

          Grazie e a presto!

          Rispondi
  3. Fabio

    Ciao Andrea
    e grazie per questa ottima guida!
    Volevo sapere se consigli l’utilizzo del MultiSite anche per la gestione di un sottodominio che, nel mio caso, sarebbe dedicato all’e-commerce… oppure se ci sono altre alternative.
    Grazie ancora!

    Rispondi
    • Andrea Barghigiani

      Ciao Fabio,

      onestamente la soluzione sarebbe da valutare in modo più vicino dato che entrambe le soluzioni sarebbero percorribili perché da una parte potrai utilizzare la funzionalità multisite e attivare il plugin di eCommerce soltanto per il sottodominio interessato ma personalmente io ti consiglierei di fare un’altra cosa…

      Se prendiamo in considerazione la creazione di un eCommerce bisogna tenere a mente che questi tipi di siti richiedono diverse risorse e quindi una buona idea sarebbe quella di far ospitare il sito su di un server differente e più performante. Dovrai lavorare un po’ con la configurazione del tuo hosting ma alla fine ne avrai riguadagnato parecchio perché avendo l’eCommerce su un server differente ti permetterà di far funzionare questo anche nel malaugurato caso che il sito principale vada offline.

      Ovviamente quest’ultima è una soluzione molto avanzata e che richiede diverse conoscenze ma se fossi in te è quella che prenderei in forte considerazione.

      Tra l’altro vorrei capire una cosa: perché non installi il plugin eCommerce direttamente sul sito? Senza stare a creare multisite o configurazioni avanzate, puoi nascondere tutto lo shop semplicemente sotto la voce “Negozio” che puoi creare all’interno del tuo menu.

      Rispondi
  4. Marco

    Ciao Andrea,
    io vorrei offrire ai lettori la possibilità di selezionare in fase di lettura un tema tra due a scelta. Quindi medesimo contenuto ma layout differenti, ad esempio uno con pagina iniziale statica e l’altro con pagina iniziale BLOG, modifica del menu, e via dicendo. Sono costretto a utilizzare il multisite o esistono altre opzioni, magari mediante plugin?
    Grazie mille.

    Rispondi
    • Andrea Barghigiani

      Ciao Marco,
      quello che stai cercando di fare è abbastanza complicato ma sicuramente non ti servirà il MultiSite perché, a quanto sto capendo, i contenuti saranno gli stessi e rischi soltanto di offrire dei contenuti duplicati ai motori di ricerca confondendoli su cosa andare a indicizzare.

      Una cosa semplice da fare potrebbe essere una homepage specifica e un bottone che porta alla pagina di archivio dei blog (questa è una soluzione molto comune e semplice da implementare).

      Se invece quello che hai deciso di fare è creare un’esperienza utente del tutto diversa credo che la soluzione più veloce che puoi mettere in pratica è quella di utilizzare un plugin per creare un Membership site (su skillsAndMore noi usiamo Paid Membership Pro) dove grazie al login del tuo utente potrai offrire un’esperienza d’uso differente e in più avrai la possibilità di utilizzare le informazioni di registrazione (come a esempio la mail) per poter contattare direttamente i tuoi utenti.

      Se poi non vuoi implementare la registrazione/login dei tuoi utenti credo che il risultato sia possibile ma ancora più difficile da realizzare perché WordPress non è stato pensato per fare queste cose e dovrai trovare un modo per ricordare durante tutta la visita del tuo utente la scelta iniziale fatta.

      Personalmente ti sconsiglio di proseguire per questa strada perché sarà veramente difficile da implementare e non conosco al momento alcun plugin in grado di fare una cosa del genere. Resto comunque curioso di conoscere quale soluzione hai implementato quindi se poi vuoi tornare a condividere le tue esperienze non mi farebbe altro che piacere sapere come hai implementato il tutto.

      Rispondi
      • Lorenzo

        Ciao, complimenti per l’articolo e grazie a te mi sto iniziando a conoscere sempre di più wp. Mi sto cimentando nel mio secondo sito wp ed ho acquistato un template professionale il quale è compatibile conil plugin wpml ma io vorrei utlizzare come multilingua le istruzioni lette nel tuo articolo. Funziona tutto, le uniche cose che non riesco a fare sono le seguenti: 1) non voglio che si reindirizzi automaticamente su una versione del sito differente, cioè se digito http://www.pippo.it/ mi deve rimanere su questa pagina e scegliere la lingua in base al selettore. 2) è proprio questo il mio problema più grande non riesco a far uscire il selettore con la scelta della lingua (bandierine o scritte che siano) il template mi porta il widget del wpml ma io come detto sopra, preferirei fare diversamente. Potresti darmi delle indicazioni o indirizzarmi verso qualche link che possa essere utile ad un neofita come me? Grazie e ciao

        Rispondi
        • Daniele Scasciafratte

          Come richiesta é piŭ tecnica e ti converebbe farla direttamente al forum di supporto di wordpress.org nella sezione italiana.
          Se usi wpml hai la loro assistenza diretta che ti puoi aiutare.

          Rispondi
  5. Elena Ferro

    Ciao, grazie per il tuo articolo, molto esaustivo. Non riesco a decidermi però, vorrei chiederti una opinione.
    Ho un blog che sta delineandosi su due strade diverse. Per focalizzare meglio gli argomenti ho deciso di sdoppiarlo. E qui viene il problema: sotto dominio o dominio autonomo? I due blog, pur essendo entrambi gestiti da me, prenderanno strade diverse. A questo punto, cosa faresti?
    LA questione di multisite mi spaventa un pò, temo di andare in difficoltà con la gestione multipla.
    Grazie per la tua risposta
    Elena

    Rispondi
    • Andrea Barghigiani

      Ciao Elena,

      se vuoi un consiglio personale, se i due blog si separeranno a livello di funzionalità, audience e design il mio consiglio personale è quello di comprare un dominio differente e iniziare con le due strade separate.

      Questo perché l’installazione multisite non è studiata per essere in grado di gestire dei siti completamente diversi; prendi lo stesso WordPress.com per esempio. Là sopra è vero che esistono dei siti diversi, con temi e funzionalità differenti ma stiamo parlando di un multisite che gestisce milioni di siti ed è per questo che si rendono disponibili queste diverse strade.

      Nel tuo caso la necessità di configurare il multisite in questa maniera, creando due siti completamente distinti, non la trovo giustificata appunto per due singoli siti. Molto meglio fare due installazioni indipendenti e portare avanti i due progetti separatamente; anche perché a oggi con la possibilità di gestire multipli siti da una singola bacheca, messo a disposizione da Jetpack, aggiornare WordPress, temi e plugin diventa un gioco da ragazzi.

      C’è anche da tenere a mente che probabilmente uno dei due siti prenderà il sopravvento su l’altro, inteso sia come tempo sia come successo, e quindi probabilmente arriverai a una condizione in cui scegliere se chiudere o meno il blog di minore successo. Avendo i due blog separati l’operazione sarà molto più semplice mentre con un multisite, anche se puoi chiudere e archiviare un vecchio blog, comunque non te lo consiglio.

      L’ultimo consiglio che ti lascio riguarda se vuoi trasferire gli articoli presenti nel primo blog cerca su Internet come poter fare dei reindirizzamenti che fanno capire a Google che i tuoi articoli si sono trasferiti definitivamente nel nuovo blog. Per fare dei redirect ti consiglio il plugin Redirection che è uno dei pochi che ti permette di creare questi reindirizzamenti senza appesantire il database.

      Ti faccio i miei migliori auguri per tutto e a presto,
      Andrea

      Rispondi
      • Arnaldo Messori

        Ciao Andrea,

        nel mio caso avrei la necessità che le funzionalità di un plugin (WP ERP) fossero utilizzabili in maniera autonoma da ciascun utente del mio sito web in WordPress. Cosa mi consigli di fare? Secondo te è opportuno attivare il Multisite oppure conosci qualche altra soluzione?

        Grazie mille

        Arnaldo

        Rispondi
          • Arnaldo Messori

            Grazie Daniele per la risposta. Nel mio specifico caso vorrei che la mia community (creata con Buddypress) fosse unica ma che ogni utente avesse piena autonomia dell’utilizzo di un plugin (in particolare mi riferisco a WP ERP) in maniera tale che possa usarlo a sua discrezione (ad esempio modificandone le impostazioni a suo piacimento, ecc.). Secondo te, una volta attivato il Multisite, sarà possibile fare in modo che tutti gli utenti si iscrivano in un’unica community (nel sito principale) ma che ognuno possa usare questo specifico plugin in autonomia (ossia in un altro ambiente creato grazie al Multisite) senza pregiudicarne la sua presenza nella community del sito principale?

            Let me know!

            Grazie mille

            Arnaldo

  6. mircx

    Ciao Andrea,
    complimenti per la tua guida, mi ha aiutato molto a capire come funziona il multisite e a cosa puo’ servire. Io però ho una necessità particolare.
    Vorrei che gli utenti siano divisi in sottodomini nel quale possano pubblicare i propri articoli ma redere uno di questi il sito “principale” in cui vengano pubblicati gli articoli più interessanti di ciascun sottodominio. Ho quindi bisogno che esista un particolare ruolo (o utente), per ciascun sottodominio, che una volta scelti gli articoli più interessanti sia in grado di pubblicarli nel sito “principale”, senza doverli copiare (possibilmente).

    Il multisite può essere indicato per questo tipo di esigenza o può in qualche modo avvicinarsi a questa soluzione?

    Rispondi
    • Andrea Barghigiani

      Ciao mircx,

      il multisite può rispondere benissimo a queste necessità. Se lasci aperta la registrazione dei tuoi utenti e attivi la possibilità di far creare un blog in base alla registrazione; ho trovato questa guida che spiega come fare ma se vuoi utilizzare il sottodominio dovrai essere in grado di aggiungere questa funzionalità attraverso il server o con altri plugin che gestiscono questa situazione.

      Mentre per quanto riguarda la tua richiesta di mostrare gli articoli dei siti appartenenti al network all’interno della homepage confesso che ho trovato molte alternative cercando su Google la stringa “wordpress network posts” e tra i primi risultati ho trovato i seguenti:

      Spero che queste informazioni siano state utili e che ti abbiano permesso di realizzare il sito che desideri, comunque sia non esitare a tornare da queste parti e chiedere chiarimenti, potremmo anche prevedere di scrivere un nuovo articolo visto che abbiamo già ricevuto richieste molto simili alla tua 🙂

      A presto,
      Andrea

      Rispondi
  7. marcikuzia

    Ciao,
    in fase di test, ho creato un sito multisite in una sottocartella della root (“blog/2016”), ma ora vorrei portare tutto nella root principale del sito. Come fare? Vorrei che si spostasse tutto così da poter procedere più facilmente in futuro. Esiste un modo sicuro e veloce per poterlo spostare? Grazie

    Rispondi
    • Andrea Barghigiani

      Ciao marcikuzia,

      “facile e veloce” purtroppo non sono parole che vanno molto d’accordo quando si tratta di multisite perché questa funzionalità non è estremamente sviluppata all’interno della piattaforma… Per quanto ne so io non esistono dei plugin che ti permettono di fare questo in modo semplice ma il concetto di base, anche se non l’ho mai fatto all’interno di un multisite, sarebbe quello di trasferire la tua installazione WordPress dalla cartella blog/ alla root principale del sito.

      Per fare questo noi usiamo con grande soddisfazione un piccolo script PHP che puoi trovare qua. Altra soluzione sarebbe quella di fare una nuova installazione di WordPress nella root del tuo sito e poi importare il tuo contenuto utilizzando le funzionalità interne della piattaforma stessa.

      Spero di essere stato chiaro ma se hai bisogno di ulteriori chiarimenti non esitare a rispondere a questo commento.

      In bocca al lupo e a presto,
      Andrea

      Rispondi
  8. Alessandro Marchetto

    Ciao Andrea, finalmente un articolo in Italiano, Bello e abbastanza chiaro, l’ho capito anche io.
    Dopo averlo letto vorrei farti una domanda.
    Io sono membro di un network marketing, e vorrei dare alla mia downline (il mio gruppo), un sito wordpress con alcune informazioni utili al business di ognuno di questi membri.
    La mia idea e di avere un http://www.miodomionio.it/nome_utente. Vorrei che una volta pagata una piccola cifra, generare un sito con 4/5 layout doversi dove i membri possano ricevere richieste e raccogliere nominativi ma che devono rimanere privati al ‘nome_utente’.
    Così come potersi creare degli articoli personali per gestirsi un proprio blog.
    Le pagine principali del s ito dovranno essere uguali per tutti.

    Secondo te il semplice multisite non per sottodomini ma per path, può risolvere il mio problema ?
    Posso integrarlo con qualche plugin per la gestione di membership?
    Hai qualche consiglio da darmi?

    Ti ringrazio in anticipo per il tempo che potrai dedicarmi a rispondere a questi quesiti.

    Ciao
    Alessandro Marchetto

    Rispondi
    • Andrea Barghigiani

      Ciao Alessandro,
      ti confesso immediatamente che l’argomento network marketing non è tra i miei favoriti ma visto che mi chiedi di WordPress ti aiuto più che volentieri 🙂

      La risposta alla domanda “Il multisite potrebbe essere la soluzione?” è assolutamente sì. Anzi è proprio il multisite WordPress che ti aiuta a realizzare quello che hai in mente. Per la membership io ti consiglio Paid Membership Pro che è una bomba mentre per avere gli stessi contenuti sugli altri blog (che personalmente sconsiglio perché dovrai essere bravo con i canonical) puoi provare questo plugin di WPDEV che sembra fare al caso tuo.

      Lo stesso multisite ti offre la possibilità di far registrare gli utenti e fargli creare in automatico il proprio blog, ma non prevede il pagamento.

      Potrebbe essere un servizio che inizialmente fai tu a mano dicendo che in 24h dal pagamento si troveranno il proprio sito e se poi il business ti fa guadagnare molto potresti anche chiamare uno sviluppatore a farti creare la struttura che desideri.

      Spero di averti dato qualche dritta, a presto
      Andrea

      Rispondi
  9. Paolo

    Ottimissimo articolo! Vorrei chiederti un chiarimento a riguardo. Sto costruendo un sito web che racchiude diverse categorie. Ad esempio la categoria “Università”, categoria “Lavoratori”, categoria “pincopallo”. Ora, dal sito web principale vorrei creare diversi sottodomini a seconda della categoria, es. uni.sito.it oppure lavoratori.sito.it.

    Ho bisogno ovviamente di mantenere lo stesso tema per tutti, le stesse funzioni, plugin ecc… Si possono anche condividere il database utente?

    Rispondi
    • Andrea Barghigiani

      Ciao Paolo,
      purtroppo anche se il database per i diversi siti in un multisite è lo stesso questi vengono gestiti come separati. Questo significa che a meno che tu non usi un plugin o una soluzione custom (che io al momento non conosco), l’unico modo per permettere agli utenti di accedere da un sito a un altro è quello di modificare direttamente le loro impostazioni lato backend.

      Per il resto, temi e plugin, la cosa è molto semplice dato che potrai attivarli entrambi per funzionare su tutti i siti presenti nel multisite.

      Perdonami se te lo chiedo: ma sei sicuro di aver bisogno di un multisite?

      A quanto ho capito non cambierebbe assolutamente niente se non la categoria di appartenenza dei tuoi articoli e WordPress fa già un ottimo lavoro creando le cartelle delle categorie e strutturandole in questo modo: sito.it/cat1, sito.it/cat2, sito.it/cat3 ecc…

      Se lo stai facendo per qualche ottimizzazione SEO ti confesso che non esiste alcuna tecnica che conosco, almeno non tra quelle moderne, che giustificherebbe l’impegno di separare in questo modo la tua installazione WordPress. Resto comunque molto disponibile a portare avanti questa discussione dato che mi interessa parecchio 🙂

      Rispondi
    • Andrea Barghigiani

      Ciao Maria,
      diciamo che il limite è imposto dalla potenza del server. Praticamente anche WordPress.com è un’installazione MultiSite che gestisce 35 milioni di siti web, ovviamente non mantiene in piedi tutto questo network con uno spazio condiviso su Aruba 🙂

      Scherzi a parte, non ci sono consigli del tipo “se hai 10 siti usa questo hosting mentre con 100 ti consiglio quest’altro” perché in fin dei conti oltre al numero di siti dovrai stare attenta anche al traffico che questi generano. Ci sono ottimizzazioni che potrai mettere in atto ma per il limite di cui parlavi posso dire che è semplice buon senso; se si nota che il sito è diventato incredibilmente lento è meglio passare a un server o un servizio più potente.

      Spero di averti chiarito la situazione ma non esitare a portare avanti quest’interessante conversazione!

      A presto,
      Andrea

      Rispondi