Massimo della Rovere, uno Sviluppatore in 'da Cloud

Massimo della Rovere, Uno Sviluppatore “in ‘da Cloud” – WPeople #4

Se non conosci Massimo della Rovere devo chiederti "quand'è stata l'ultima volta che hai acceso il computer?". Non voglio certo offenderti, ma Massimo ha fatto veramente molto nel web ed in questa intervista scoprirai tutte le sue passioni e che cosa potrai imparare dalle sue esperienze.

Contenuti Extra

Anno nuovo, nuovo tema e anche un nuovo blog; ma la cosa che volevo riprendere il prima possibile erano le interviste alle WPeople, quanto mi sono mancate! Per fortuna che nel nostro stivale non mancano sviluppatori WordPress e quest’anno ho intenzione di fare veramente un sacco di interviste.

Oggi ti porto Massimo della Rovere un esperto sviluppatore con moltissima esperienza sulle spalle; ma andiamo a conoscerlo meglio.

Chi è

Massimo della Rovere è una persona squisita! La sua passione per il web ci ha fatto incontrare all’interno della community WordPress Italy+ dove abbiamo deciso, assieme agli altri collaboratori, di iniziare un’avventura con gli Hangout andando a spiegare le più interessanti caratteristiche di questa piattaforma e, talvolta, anche per parlare di alcune novità.

Ma questo è soltanto come ci siamo conosciuti e che cosa stiamo facendo assieme, Massimo è molto di più. Per prima cosa è uno di quelli che ha avuto il coraggio di lasciare l’Italia per andare direttamente dall’altra parte del mondo. I motivi sono diversi ed alcuni di questi ce li ha spiegati anche durante l’itervista ma oltre a questo Massimo è la persona da consultare se siamo in cerca di una soluzione.

Sia che si parli di WordPress, di Cloud o anche di esperienza Massimo ha un grande bagaglio di conoscenze che condivide sul suo blog e attraverso le due comunity che ha creato con pazienza ed amore.

Di cosa Abbiamo Parlato

La prima cosa che ho chiesto ad uno sviluppatore con la sua esperienza è stata: perché WordPress?

Massimo mi ha risposto molto chiaramente e, a mia sorpresa, anche da un punto di vista che copre più l’aspetto copy di un CMS piuttosto che il suo sviluppo: perché WordPress permette  di concentrarsi sui contenuti. Valutando le alternative abbiamo anche parlato di Blogger ma abbiamo realizzato che non è una piattaforma che ofrre una grande personalizzazione.

Successivamente gli abbiamo affrontato argomenti come quelli del perché abbia creato una community, che cosa gli abbia permesso di realizzare WordPress e come sia l’esperienza di sviluppare un plugin con uno dei nostri moderatori. Durante l’intervista abbiamo anche parlato di che cosa comporti gestire una community ed abbiamo anche lanciato un invito agli ascoltatori 😉

Ma il valore aggiunto di Massimo è la volontà con la quale condivide le sue conoscenze, non parla soltanto di WordPress, ma all’interno della community Cloud AWS ci spiega in grande dettaglio che cosa significhi il cloud e come utilizzarlo all’interno dei progetti che sviluppiamo.

[sz-ytvideo url=”http://www.youtube.com/watch?v=Qe1NllgqIlw” responsive=”y”]

Se stai ancora leggendo stai facendo un grosso errore perché i veri contenuti sono all’interno del video 😉

Che cosa mi Sono Portato a Casa

Be sicuramente io ho la fortuna di portarmi qualcosa a casa ogni volta che parlo con Massimo e i miei colleghi nella community per questo mi è un po’ difficile che cosa identificare le informazioni che ho avuto da questa singola intervista.

Piuttosto sono curioso di sapere da te che cosa ti sei portato a casa. Questa intervista ti è stata utile in qualche modo? Non esitare a farmelo sapere, qua sotto trovi i commenti e ti basta un account Google per farmi sapere che cosa ne pensi 😉

Lascia il tuo Pensiero