Intervista a Eugenio Petullà su WPeople

Eugenio Petullà, A Unique Maker Developer – WPeople #2

Gli appuntamenti con la serie WPeople continuano e quest'oggi è con me un caro amico e collega che si è fatto felicemente intervistare dal sottoscritto; Eugenio Petullà.

Contenuti Extra

Come puoi vedere anche dalla lunghezza di questa intervista, quando io ed Eugenio scambiamo qualche opinione il tempo passa velocemente, gli argomenti di cui abbiamo parlato spaziano sotto diversi aspetti ma, prima di andarli a scoprire, voglio presentarti un po’ meglio Eugenio.

Se non ti è ancora capitato, Eugenio è l’autore di due ottimi articoli presenti proprio qua su wpAndMore: 7 Cose che Avrei Voluto Sapere Prima di Scrivere un Plugin e Rainbow.js, una libreria JavaScript per evidenziare codice senza Plugin. In entrambi Eugenio riesce a dimostrare quanta passione ha per la piattaforma WordPress e la pazienza con la quale va a spiegarci ogni singolo dettaglio.

Durante questa intervista abbiamo affrontato argomenti come la scelta di diventare un freelance, le responsibilità che si hanno nelle relazioni con i clienti e gestione del tempo, consigli per lo sviluppo di una carrieranello sviluppo WordPress. Oltre a questo, Eugenio ci svela il piccolo segreto che ha notato facendo il mentor alla LUISS; ovvero che WordPress sta diventando la piattaforma di riferimento per la creazione di MVP (che abbiamo scoperto nella scorsa intervista).

In questa intervista andremo anche a scoprire perché partecipare attivamente all’interno di una community potrà essere di grande beneficio a te, sia per le opportunità lavorative che ti verranno a cercare ma anche per quel qualcosa che restituisci alla comunità WordPress e che ti farà sentire così bene.

La Dura Scelta del Freelance

Se devo svelarti un segreto, appena l’anno scorso, io ero completamente all’oscuro delle attività richieste per potersi chiamare un freelance. Non fraintendermi, l’attività lavorativa mi era chiara, si offrono le proprie competenze in un determinato settore e si ottiene una retribuzione; fin qua non ci piove. Ma tutto quello che comporta creare una fattura, gestire le spese ecc… Beh tutto questo è ancora un mondo abbastanza complicato, anche se è  possibile fare confidenza pian piano.

Oltre a queste nuove conoscenze in campo fiscale, è necessario anche imparare a promuoversi e riuscire a trovare nuovi clienti che potranno aiutarti a coprire le spese mensili. Eugenio ha avuto un’esperienza diretta in questo campo che lo a spinto a decidere di rinunciare ad un lavoro fisso per poter intraprendere la carriera da freelance.

La strategia di promozione che Eugenio preferisce è quella che gli permette anche di restituire qualcosa alla comunità WordPress, rilasciando plugin all’interno del repository di questa piattaforma. Piuttosto che andare a cercare gli ultimi annunci su portali come oDesk, Elance o Twago; avere il proprio nome (ed i propri contatti) in bella mostra all’interno delle pagine di wordpress.org è una cosa che porta alla propria porta lavori di un diverso calibro perché, in questo contesto, i tuoi potenziali clienti conoscono già cosa sei in grado di fare e punteranno maggiormente sulle tue competenze.

Come dicevo anche prima, Eugenio ci ha svelato che WordPress è una piattaforma molto apprezzata anche all’interno del mondo delle startup. L’elasticità e le personalizzazioni che possiamo fare con questa piattaforma permettono una rapida prototipazione dell’idea e, da bravo freelance che investe nel proprio lavoro, ti permetteranno di essere ripagato con delle quote societarie che, anche se oggi valgono poco più di qualche centinaio di euro, un domani potrebbero valerne molto di più.

Perché Essere Attivi in una Community?

Ormai dovresti aver capito che, insieme ad Eugenio ed altri ragazzi, modero con molto piacere la community WordPress Italy+ presente sul social network di bigG. Al suo interno continuiamo a portare avanti i nostri Hangout (che recentemente hanno visto anche degli special) ed in questa intervista non ho resistito nel fargli i miei complimenti per tutte le attività che riesce a gestire all’interno della community.

Oltre che organizzare insieme i vari hangout, Eugenio è in grado anche di sviluppare alcuni plugin e fornire supporto a chiunque passi all’interno della community. Quello che viene fuori all’interno di questo brainstorming è che essere attivi all’interno di un gruppo di persone che inseguono lo stesso obiettivo è assolutamente un guadagno dal punto di vista delle conoscenze che si possono acquisire e opportunità che sarà possibile creare.

Capiamoci bene, noi cerchiamo sempre di limitare la lunghezza di un hangout per farlo rientrare all’interno di 60 minuti ma, alle spalle di questa registrazione ci sono diverse ore che singolarmente spendiamo per la creazione delle slide, la raccolta di informazioni, l’organizzazione generale della presentazione ed altre piccole cose che sono visibili soltanto dietro le quinte. Con questo non voglio dirti che è una scocciatura, tutt’altro! Lavorare spalla a spalla con queste persone ti stimola moltissimo e ti permette anche di portare avanti progetti interessanti, come nel caso del plugin SZ-Google che Eugenio e Massimo stanno sviluppando assieme.

Proprio da questa collaborazione, ci racconta, è stato possibile sviluppare assieme ad un altro programmatore che ha una tecnica completamente diversa; questo permette di discutere le soluzioni da prendere e magari scoprire nuove soluzioni più utili e performanti.

Conclusioni

Termina qua questo appuntamento, prima di concludere ti lascio i collegamenti ai progetti e strumenti che abbiamo analizzato in questa intervista e colgo l’occasione che il prossimo intervistato potrebbe essere una persona davvero interessante che utilizza WordPress come piattaforma di marketing, a presto!

Lascia il tuo Pensiero